News

Intervista a BiskBoy. NO CAP, l’Hit Trap dell’estate

Abbiamo intervistato il “ragazzo biscotto” più cattivo della Trap. BiskBoy che dopo il successo di Freddo va alla conquista dell’estate con NO CAP, una vera e propria HIT Trap!

– Ciao BiskBoy, dopo il successo di Freddo un nuovo singolo: NO CAP, anche questo in rapida ascesa su Spotify, sta conquistando l’estate. Parlaci di questo nuovo brano…

No Cap è una hit ha un mood molto diverso rispetto a freddo a livello di sound anche se mantiene lo stampo Trap che c’è in ogni mio pezzo sono contento che stia andando bene è un brano che funziona e mette di buon umore per questo ho deciso di farlo uscire adesso che è estate.

Fantastico! Dicci: come nasce la tua passione per l’Hip Hop e la Trap?

La mia passione per l’Hip Hop e la Trap nasce da ragazzino mi ricordo che a scuola scrivevo le mie prime rime e quando uscivo con gli amici andavamo al parco a fare freestyle sono cresciuto con l’attitudine Trap-Hip Hop; l’ho sempre coltivata il mio sogno è sempre stato quello di fare musica.

– 3) Hai dei punti di riferimento? Degli artisti ai quali ti ispiri?

Mmm sì più che altro artisti americani mi ispirano nella mia musica. Non c’è un artista che preferisco più degli altri ma mi faccio ispirare dai migliori, ad esempio in questo periodo sto ascoltando molto Pop Smoke e Trippie Red, ma prendo spunto anche da altri artisti.

Quando ero più giovane ho sempre ascoltato Asap Rocky e Chief Keef che hanno sempre portato un sound innovativo secondo me…

– E dovi trovi ispirazione per i tuoi brani? 

L’ispirazione per i miei pezzi, sinceramente non ho un modo preciso di trovare ispirazione.

No Cap è nata in studio, J2L mi ha fatto sentire il beat mi è piaciuto e ho scritto subito il ritornello in studio. Lavorandoci a  fine in una giornata l’avevo scritta e registrata… è una Hit!

Altri pezzi, invece, mi è capitato di scriverli in momenti particolari in cui mi sentivo ispirato particolarmente;  ecco mi è capitato di scrivere pezzi dappertutto ma la cosa fondamentale è trovare la giusta concentrazione durante la composizione del testo e della musica.

– I tuoi pezzi hanno testi molto crudi, si parla di gang, droga e violenza. E’ solo un processo creativo che fa parte del genere Trap? Oppure sono argomenti indissolubili, che si fondono nella realtà, che fanno parte della tua vita?

È un processo creativo personale gli argomenti di cui parlo nelle canzoni sono argomenti che rispecchiano la realtà in cui vivo. So di cosa parlo perché certe cose le ho vissute in prima persona, ho una scrittura molto aderente al vissuto quotidiano, vi ho detto già che ho l’attitudine Trap da molto prima che uscissero le mie canzoni.

A me piace raccontare ciò che vedo e ciò che mi circonda!

– Progetti futuri?

Io e J2L stiamo lavorando molto in questo periodo a dei nuovi progetti forse faremo uscire un album… ancora non so come e quando ma stiamo lavorando molto.

Sicuramente uscirà nuova trapshit ma per adesso continuate a pompare No Cap!